L’importanza dei link interni nel sito web

Creare link interni in un sito web è uno dei compiti che richiede maggior attenzione se vogliamo avere un sito web efficace.

Il linking interno è la pratica di collegare tra loro i contenuti correlati di un sito web.

    

Questa operazione non solo è fondamentale per la nostra strategia SEO perché favorisce l‘indicizzazione e il crawling da parte dei motori di ricerca, in modo che le pagine più nascoste o peggio posizionate possano essere trovate, ma serve anche per migliorare l’esperienza dell’utente e aiutarlo a trovare più velocemente le informazioni pertinenti alla sua ricerca.

In questo articolo spiegherò cos’è l’internal linking, perché è necessario farlo per la SEO, i modi per implementare i link interni nel vostro sito e i pro e contro di questa pratica.

Cosa sono i link interni?

Cominciamo dalle basi: cos’è esattamente un link?
Un link è un collegamento tra due o più risorse digitali per permetterne l’accesso immediato.

Ad esempio, nei siti web, i link fanno in modo che gli utenti possano raggiungere più facilmente un’altra pagina o un tipo di contenuto.

Se volete che i visitatori del vostro sito siano felici di navigare nelle vostre pagine web, dovete fare in modo che trovino ciò che cercano il prima possibile.

I link interni sono collegamenti interni al sito che puntano ad altre pagine del sito stesso.

Sono essenziali per migliorare l’esperienza dell’utente, incrementare la potenza della vostra strategia SEO e contribuire all’indicizzazione e al crawling da parte dei motori di ricerca.

Esistono diversi modi per aggiungere link al vostro sito web. Alcuni dei tipi più comuni di link sono:

  • Link a prodotti/servizi: Link che puntano alle pagine dei vostri prodotti o servizi
  • Link di navigazione: Link che rimandano ad altre parti del vostro sito web (ad esempio, “Contatti”, “Informazioni”, “Prodotti”, ecc.)
  • Link contestuali: Link all’interno dei contenuti che rimandano ad altri contenuti rilevanti del sito.
  • Link a piè di pagina: Link in fondo alla pagina che rimandano ad altri contenuti del sito.

Collegamenti interni, Collegamenti esterni e Backlink

I link sono parte integrante dell’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO).

I link interni e i link esterni sono i due aspetti più importanti della SEO.

I link interni ed esterni aiutano a ottenere più traffico sul sito, ma come puoi immaginare sono diversi:

Link interni

Un link interno è un collegamento a un’altra pagina o sezione del sito.

Molto spesso si pensa che i link interni non aumentino l’autorevolezza di un sito web proprio perché sono interni, ma questo non è del tutto vero!

I link interni possono infatti contribuire a inviare segnali di rilevanza alle vostre pagine interne e migliorano significativamente l’esperienza di navigazione.

Utilizzando un anchor text strategico, potete dire chiaramente ai bot di ricerca l’argomento della pagina di destinazione dell’argomento e posizionarvi meglio nella SERP.

Link esterni

Un link esterno è un link a un sito web esterno al vostro.

I link esterni sono collegamenti ipertestuali che puntano dal vostro sito web verso un altro dominio.

Vale la pena inserire link esterni se si vuole citare una fonte o rimandare a contenuti più approfonditi su un argomento che non siamo soliti trattare.

Backlink

Un backlink, invece, è un collegamento da un altro sito web al vostro.

In parole povere, è un collegamento tra due siti web, esattamente come un link esterno, solo che invece che partire dal vostro sito verso una risorsa esterna, parte dalla risorsa esterna e punta al vostro sito internet.

I backlink servono ad aumentare la reputazione del vostro sito e vi aiutano a posizionarvi più in alto nelle SERP di Google.

Sono come dei “voti” per il vostro sito web: Più backlink si hanno, più vuol dire che “altri siti web parlano di voi”.

I backlink sono uno dei fattori più critici negli algoritmi di posizionamento dei motori di ricerca.

In che modo i link interni influiscono sulla strategia SEO?

I link interni sono una delle pratiche SEO più efficaci per aiutarvi a posizionarvi meglio nelle SERP di Google.

Quindi, sia che stiate costruendo un nuovo sito web, sia che stiate cercando di migliorare la vostra attuale strategia SEO, dovreste considerare l’aggiunta di link interni ai vostri contenuti.

La struttura dei link interni è come un organigramma del vostro sito web: Collega i contenuti e le sezioni correlate proprio come se fossero i reparti di un’azienda.

I motori di ricerca vogliono vedere che le pagine del vostro sito sono strettamente correlate e che non state disperdendo troppo i vostri contenuti.

I link interni vi aiutano a far vedere ai motori di ricerca questa struttura “organizzata”.

Le linee guida di Google affermano infatti che una buona struttura dei link interni è fattore critico per un buon posizionamento nei motori di ricerca.

Google vuole vedere molti link interni che collegano i contenuti correlati del vostro sito web: In questo modo è più facile per Google effettuare il crawling del vostro sito web e trovare nuove pagine da includere nel suo indice.

Inoltre, avere degli internal link ben pensati ed organizzati, aiuta Google a capire la rilevanza di queste nuove pagine, in modo da poterle classificare adeguatamente nelle SERP in base alla loro pertinenza con una determinata parola chiave o argomento.

Se un modo per ottimizzare e classificare le pagine web nelle SERP è quello di ottimizzarle per vari cluster di parole chiave, un altro è l’internal linking.

Quando i bot di ricerca effettuano il crawling del vostro sito e scoprono più parole chiave simili che puntano a una pagina interna, avete la possibilità di posizionarvi anche per quelle query di parole chiave.

L’aspetto fondamentale da ricordare quando si parla di link interni è che rafforzano il contesto e la rilevanza delle pagine del vostro sito, poiché trasmettono informazioni su come queste sono collegate tra loro e su quali argomenti trattano.

I vantaggi principali dell’internal linking

Ora che sappiamo cosa sono i link interni e come influenzano la SEO, vediamo quali sono i principali vantaggi di questa pratica:

  1. Migliorare l’esperienza dell’utente: I link interni agevolano la navigazione degli utenti all’interno del vostro sito web, permettendo loro di trovare facilmente informazioni correlate e aumentando il tempo di permanenza sul sito.
  2. Aumentare l’autorevolezza e l’indicizzazione: I link interni trasmettono segnali di rilevanza ai motori di ricerca, indicando quali sono i contenuti più importanti e come sono collegati tra loro. Ciò può aiutare a migliorare il posizionamento nelle SERP.
  3. Distribuire l’autorità: I link interni possono aiutare a distribuire l’autorità delle pagine più autorevoli del vostro sito verso altre pagine meno autorevoli, contribuendo a migliorarne il posizionamento nei motori di ricerca.
  4. Promuovere i contenuti: Utilizzando i link interni, è possibile promuovere i vostri contenuti più importanti e strategici, aumentandone la visibilità e il traffico.
  5. Ridurre il tasso di rimbalzo: Collegando le pagine del vostro sito tramite link interni, potete incoraggiare gli utenti a visitare più pagine e a rimanere più a lungo sul sito, riducendo così il tasso di rimbalzo.
  6. Migliorare l’indicizzazione delle nuove pagine: Utilizzando i link interni, è possibile accelerare il processo di indicizzazione delle nuove pagine del vostro sito da parte dei motori di ricerca, facendo sì che vengano scoperte e classificate più rapidamente.

I vantaggi dell’internal linking sono evidenti!

Contribuiscono a migliorare l’esperienza dell’utente, l’autorevolezza del sito e il posizionamento nelle SERP, rendendoli una pratica fondamentale per qualsiasi strategia SEO di successo.

I rischi dell’eccesso di link interni

Anche se l’internal linking è una pratica altamente efficace per migliorare la SEO del vostro sito web, è importante non esagerare.

Troppi link interni possono infatti avere effetti negativi sulle prestazioni del vostro sito e sulla sua visibilità nei motori di ricerca.

Ecco alcuni dei rischi associati all’eccesso di link interni:

  1. Diluizione dell’autorità: Troppi link interni possono diluire l’autorità delle pagine più importanti del vostro sito, riducendo così il loro posizionamento nelle SERP.
  2. Confusione dell’utente: Un eccesso di link interni può confondere gli utenti e rendere difficile la navigazione del vostro sito web, aumentando il tasso di rimbalzo e riducendo il tempo di permanenza.
  3. Effetto negativo sulla SEO: Un eccesso di link interni può essere interpretato dai motori di ricerca come un tentativo di manipolare il posizionamento nelle SERP, con conseguente penalizzazione del sito.

Per evitare questi rischi, è importante adottare una strategia di internal linking equilibrata e ben ponderata, evitando l’eccesso di link e assicurandosi che siano rilevanti e utili per gli utenti.

Conclusioni

In conclusione, l’internal linking è una pratica fondamentale per migliorare la SEO del vostro sito web e offrire un’esperienza migliore agli utenti.

Utilizzando i link interni in modo strategico, è possibile aumentare l’autorevolezza del sito, migliorare il posizionamento nelle SERP e promuovere i vostri contenuti più importanti.

Tuttavia, è importante evitare l’eccesso di link interni e adottare una strategia equilibrata e ben ponderata, per evitare effetti negativi sulle prestazioni del sito e sulla sua visibilità nei motori di ricerca.

Con una corretta pianificazione e implementazione, l’internal linking può diventare uno strumento potente per ottimizzare la SEO del vostro sito web e raggiungere i vostri obiettivi di business online.

Indice
Seo
Aumentare traffico sul blog in pochi semplici passaggi

Vi è mai capitato di guardare i dati di Analytics del vostro blog e di chiedervi quando inizieranno ad arrivare [...]

Seo
Come scrivere un articolo SEO friendly per il blog

Nel mondo della scrittura SEO, c’è una linea sottile da tracciare: La linea che definisce il confine tra l’ ottimizzazione [...]

Seo
Redirect: Cosa sono e quali sono i più comuni?

Il redirect (in italiano reindirizzamento) è il processo di inoltro di un URL a un altro URL. In questo articolo [...]

Seo
Sitemap: Cos’è e a cosa serve?

Le sitemap sono il modo più comodo per indicare ai motori di ricerca le pagine del vostro sito. Sono anche [...]

Seo
Aumentare traffico sul blog in pochi semplici passaggi

Vi è mai capitato di guardare i dati di Analytics del vostro blog e di chiedervi quando inizieranno ad arrivare [...]

Seo
Come scrivere un articolo SEO friendly per il blog

Nel mondo della scrittura SEO, c’è una linea sottile da tracciare: La linea che definisce il confine tra l’ ottimizzazione [...]

Seo
Redirect: Cosa sono e quali sono i più comuni?

Il redirect (in italiano reindirizzamento) è il processo di inoltro di un URL a un altro URL. In questo articolo [...]

Seo
Sitemap: Cos’è e a cosa serve?

Le sitemap sono il modo più comodo per indicare ai motori di ricerca le pagine del vostro sito. Sono anche [...]